Share

savadori, re di misano

Quarto sigillo stagionale per il cesenate, dopo la pausa estiva match point per il titolo a Jerez

Cambia la scenografia, non il protagonista. Lorenzo Savadori (Nuova M2 Racing Team) profeta in patria al Misano World Circuit “M.Simoncelli” con un’investitura da gradino più alto del podio per il secondo anno consecutivo nell’amata terra di Romagna. Gara vibrante, successo caparbio come l’indole del ventiduenne di Cesena sempre più leader della graduatoria iridata Superstock 1000 FIM Cup.

 

Materializzata con un giro capolavoro l’operazione pole position (1’36.384), l’Aprilia RSV4-RF numero 32 impiega un paio di cambi di direzione per riconquistare la vetta nella lotta intestina con il compagno di box Calia scattato forte allo spegnimento del semaforo rosso. Al secondo passaggio la minaccia si chiama De Rosa: il partenopeo mette la testa avanti, Savadori è un francobollo nel “codino” del ducatista che sbanda e cede la posizione.

 

Dodici giri vietati ai deboli di cuore, Lorenzo Il Magnifico con il fiato del terzetto avversario (De Rosa-Coghlan-Calia) sul collo si esalta, dalle retrovie risale anche Tamburini. Proprio il duello ravvicinato De Rosa-Tamburini favorisce fatalmente la zampata finale del fuoriclasse di casa che mette tutti in fila sotto alla bandiera a scacchi, nell’ordine, con un margine di quasi sei decimi di secondo. Quarto posto per Calia, quinto per Coghlan.

 

 

Lorenzo Savadori:

 

“Sono felicissimo, affermazione non semplice ma che desideravo fortemente per ringraziare tutta la Romagna dell’affetto tributatomi in questo splendido week end misanese.

 

Mi ero accorto degli inseguitori che mi tallonavano ravvicinati ma ho preferito restare sempre davanti e percorrere la mia strada. Le condizioni della pista nella giornata di oggi sono leggermente mutate rispetto alle precedenti uscite ed il solito encomiabile lavoro del personale tecnico Nuova M2 Racing ed Aprilia Racing mi ha permesso di disporre di un mezzo altamente competitivo. Il titolo? Ragioniamo tappa per tappa, i conti si fanno sempre alla fine.

 

Vittoria dedicata a mio padre ed al mio gruppo di lavoro, persone che operano con entusiasmo lontano dai riflettori. Un grazie al Cesena Calcio ed al portierone Francesco Antonioli per la gradita visita nel paddock, agli sponsor ed ai tifosi”.

 

 

Trentaquattro punti di vantaggio per Lorenzo Savadori (140 p.) sull’antagonista Roberto Tamburini (106 p.) nella classifica del campionato mondiale Superstock 1000 FIM Cup. L’appuntamento con il possibile aritmetico trionfo iridato è fissato dopo la lunga pausa estiva, penultimo atto del calendario 2015 in programma al Circuito de Jerez de la Frontera (Spagna) domenica 20 settembre.

 

 

 

 

 

 

Mattia Grandi

 

-Press Office Lorenzo Savadori #32-

Lorenzo Savadori Official site

BIOGRAPHY

GALLERY

NEWS

PRESS

CALENDARIO 19

PARTNERS

CONTACTS

PRIVACY POLICY